Logo Comune Monteforte d'alpone

Eventi Culturali

Eventi estivi

Durante la programmazione estiva L'ESTATE CHE VERRA' a cura del Comune di Monteforte, Biblioteca, Pro Loco, Associazioni e Cantina Sociale di Monteforte, verranno presentati diversi eventi culturali. La ressegna durerà da Giugno a Settembre 2010.
Scarica il programma »

Il settore Cultura e Turismo presentano SETTEMBRE IN CLIVUS.

Venerdì 10 Settembre
alla ore 20.45 presso il Chisotro del Palazzo Vescovile sarà di scena una commedia teatrale "Non ghe pace in Amor" della compagnia La Burla di Povegliano V.se. Ingresso Libero.
----------------------------------------------------------------------------------------------------
03.08.2010
Solo rimandata la bella presentazione a Villa Pagani, del 30 Luglio causa maltempo, protraendo quindi il Luglio letterario con ogni probabilità a Settembre.
----------------------------------------------------------------------------------------------------
19.07.2010
Seconda serata del FESTIVAL CANORO EUROPEO  a dir poco egregia. La Schola Chantorum di Monteforte ha fatto stupendamente gli onori di casa, interpretando brani meravigliosi, da Hyden fino a Rossini con il suo "dal tuo stellato soglio".
Un incanto che aleggiava al Chiostro, finemente addobbato per l'occasione estiva. Poi è stata la volta del coro francese, dalla Normandia i Chorale Chants. Molti elementi, sopratutto femminili, si sono lasciati andare anche ad interpretazioni leggere, con l'ausilio di un chitarrista. I temi ricordavano la Parigi di Aznavour. Deliziosi.
Infine, sempre commentate dalla ferratissima e simpatica Prof.ssa Marielene Caspar, docente ordinaria di Letteratura Italiana alla Sorbona di Parigi e coadiuvata dalla finlandese Sig.ra Anna, si sono esibite le signore del coro finlandese dal complicato nome Naislaulaiat, interamente al femminile, direttore compreso. Tecnica perfetta per dieci brevissime filastrocche che hanno riportato alle storie di Pippicalzelunghe e Vacanze all'isola dei Gabbiani.
Il pubblico ha dimostrato di gradire questo clima cordiale che si è creato. Sembrava un salotto a cieo aperto; per una sera d'estate, duecento persone hanno sfidato l'afa insopportabile, unite dal desiderio di farsi permeare dalla Cultura e dalle tradizioni di altre città e di altri Paesi, scoprendo, come sempre, che in fin dei conti i sentimenti e le aspirazioni sono sempre gli stessi a qualsiasi latitudine. Molto apprezzato il nostro vino nel rinfresco offerto dopo il concerto. Il complimento più bello che ci hanno rivolto: grazie per la vostra accoglienza ci siamo sentiti ben voluti e così è stato.
Lo slogan per questa Estate a Monteforte è "in un unico grande abbraccio" al quale nella serata del Festival possiamo aggiungere " europeo".
L'apoteosi con l'indimenticabile "Signore delle cime" interpretata da tutti e  tre i cori insieme. Bepi De Marzi ha oltrepassato tutti i confini con la sua musica.
Appuntamento al prossimo anno.
----------------------------------------------------------------------------------------------------
12.07.2010
Grande successo per la prima serata del FESTIVAL CANORO EUROPEO MONTEFORTECHIAMAGARDA, organizzato dal settore Cultura e Turismo, in collaborazione con l'Assessorato allo Sport.
Poichè alle 20.30 scattava "l'operazione Mondiali", abbiamo iniziato nel tardo pomeriggio ma anche se le ombre della sera tardavano ad arrivare e a stendere l'alone magico che solo la notte regala, i quattro gruppi che si sono avvicendati, hanno fatto la loro splendida parte. Dapprima il coro S. Cecilia, elegante e raffinato nelle sue interpretazioni, a seguire il coro La Cantilene di Friburgo (Svizzera), con un modo molto sincopato e ricercatissimo di interpretare i brani, poi è stata la volta dei Canthorum Manskor svedesi, potentissimi ed incisivi nelle loro composizioni interamente maschili e gran finale con Le fontanelle di San Bonifacio che ci hanno riportati al nostro passato contadino. La serata è stata concisa e senza fronzoli, tutto è scorso liscio fino al fischio di inizio sul maxischermo.
Molte le persone da ringraziare, a cominciare dai volontari che si sono impegnati fino allo stremo, sotto la cappa incessante dell'afa. Un grazie di cuore al gruppo Valdalpone De Megni che ha rifocillato e dissetato i quasi centocinquanta coristi, assiepati all'interno del Chiostro, per fraternizzare e provare le cante. Molto suggestivo l'esordio di tutti loro in corteo che scendendo dal Palazzo Vescovile verso il palco naturale di piazza Venturi, hanno intonato "Signore delle cime", l'immortale brano di Bepi De Marzi, famoso in tutto il mondo.
Il senso della serata è stato anche l'incontro di persone dalle varie parti d'Europa che hanno confrontato ciascuno il proprio modo di intendere la musica e di fare cultura. Bellissimo il fuoriprogramma dei cori che al termine hanno proseguito a cantare negli angoli più disparati della piazza.
Si replica sabato prossimo 17 luglio alle ore 21.00 sempre in piazza Venturi. ...in un unico grande abbraccio.