Logo Comune Monteforte d'alpone

Eventi Culturali

Festival di Primavera

Dal 21 Marzo al 18 Aprile 2010 "Festival di Primavera" nei luoghi della Cultura a Monteforte, in quattro Domeniche pomeriggio al Palazzo Vescovile.
Vedi locandina »

Il programma spazierà dalla musica classica a quella moderna, seguendo l'intento del settore Cultura di dare sempre più spazio alla musica.
Lo scenario sarà la sala delle Feste Ermolao Barbaro nel Palazzo Vescovile, vero tempio della musica nei secoli passati, con ogni probabilità anche vera fucina di continui fermenti culturali dal '500 in poi.
Avremo ospiti dal Conservatorio di Verona con le interpretazioni del Seicento Italiano e Francese; gli studenti del Conservatorio di Vicenza presenteranno invece brani da Mozart fino al Jazz di Gershwin, oltre ad un tuffo nella Lirica, in omaggio alla grande stagione areniana, con arie tratte da "Carmen" e "Il Trovatore".
Unica deroga sarà fatta nell'ultima domenica quando sarà il Chiostro ad ospitare la commedia "Il Segreto di Arlecchino" in collaborazione con la Fondazione Aida.
Data la stagione ormai avanzata, pensiamo che si possa aprire alle rappresentazioni all'aperto.

Ci auguriamo che questa scelta possa incontrare il favore del pubblico che attendiamo numeroso di Domenica pomeriggio, per salutare la Primavera e per passare due ore di convivialità e socialità, in sottofondo le interessanti proposte culturali.
L'entrata è libera e ad ogni rappresentazione seguirà un ricevimento.

Monteforte...Terra di Vino, Vescovi e Leggende aspetta tutti a braccia aperte.

Itala Savio
Cultura e Turismo
--------------------------------------------------------------------------------------------------
20.03.2010
Tutto pronto per il Festival di primavera nella suaIª edizione.
Iniziamo con IL GENE BAROCCO che ci porterà indietro nei secoli, fino al Seicento italiano e francese.
Gli artisti hanno già portato un meraviglioso clavicembalo nelle sale del Palazzo Vescovile.
E' uno strumento molto affascinante, ricavato con legni antichissimi e piallato con attrezzi acquistati nei mercatini. Il suo colore azzurro ben contrasta con le tinte pastello dell'Ermolao Barbaro.
Aspettiamo tutti gli appassionati di musica e degli eventi culturali, nonchè gli amici di Monteforte domenica 21 marzo alle 17.00 e saluteremo insieme il primo giorno di questa nuova stagione che speriamo sia portatrice di nuove energie e rinnovati desideri.
-----------------------------------------------------------------------------------------------------
22.03.2010
"Stregati dal Gene...barocco!.
Esordio scoppiettante e di alto profilo quello di domenica 21 marzo nel saluto alla primavera.
L'ensemble "Gene Barocco" ha dato vita alla prima delle domeniche a Palazzo, unite in un unico, grande abbraccio dal filo conduttore chiamato FESTIVAL DI PRIMAVERA.
I musicisti e i cantanti hanno dato vita ad atmosfere del Seicento italiano e francese, con arie struggenti di Charpentier e Blavet.
La soprano Candida Bargetto, una delle massime osponenti italiane di canto barocco, ha lasciato incantati gli ospiti con la sua voce pura e possente nonostante il suo aspetto minuto.
Una particolare attenzione agli strumenti utilizzati nella ricerca e nello studio della musica antica, nonostante la giovane età di tutti i musicisti: il flauto traverso, la viola, ricavata da disegni del Seicento e costruita con dovizia di particolari e l'ormai celeberrimo clavicembalo, costruito sulla scorta del Grimaldi e risalente al 1635.
Tra gli spettatori non è volata una mosca fino alla fine, catturati da queste note che abbiamo avuto il piacere di riscoprire, in un ambiente, quello della Ermolao Barbaro, fatto apposta per inscenare eventi di questa portata.
E' stato interessante noatre come le arie italiane barocche siano state la traccia della musica moderna. L'ABC della musica, come la stessa Bargetto ha confermato.
Il Gene Barocco tornerà il prossimo anno con nuove ricerche a spasso nel nostro ricchissimo e straordinario panorama musicale.
-----------------------------------------------------------------------------------------------------
25.03.2010
"Tutto pronto per la seconda delle domeniche a Palazzo, nell'ambito del Festival di Primavera 2010 alla sua prima edizione e organizzato dal Settore Cultura e Turismo dell'Amministrazione.
Quest'anno è il bicentenario della nascita di Chopin, celebrato internazionalmente. Nel nostro piccolo a maggior ragione e proprio per celebrare questo grande artista, abbiamo scelto di indirizzarci alla Musica in tutte le sue espressioni e per questo presenteremo "ASSAGGI ARENIANI".
Del resto la Sala E. Barbaro fu un tempo propio utilizzata per fare musica.
La montefortiana Elisa presenterà arie tratte da "Carmen" di Bizet e da "Il Trovatore", con accompagnamento al pianoforte del maestro Vito Lombardi, già noto al pubblico montefortiano.
Sarà interessante apprezzare la coreografia che ci catapulterà sul patio di una casa spagnola o nelle atmosfere verdiane.
Ancora una volta ci sarà il contributo dell'attore e autore Francesco Gini con una piccolissima apparizione.
L'evento inizierà alle 17.00, con l'ormai consueto quarto d'ora accademico di attesa per permettere agli spettatori di giungere al Palazzo Vescovile, in un vezzo tutto montefortiano!
Seguirà un piccolo ricevimento in una delle sale del Palazzo.
Come spesso rimarchiamo, anche in questa occasione sarà possibile visitare il Palazzo Vescovile nella sua raffinata bellezza e considerarsi abitanti di questo magnifico edificio, raro esempio di costruzione rinascimentale, giunto fino a noi integro nella sua struttura anche se bisognoso ormai di un restauto conservativo massiccio.
Ricordiamo gli altri appuntamenti a seguire:
- Domenica 11 Aprile "Ebony Ensemble", formato da musicisti del Conservatorio di Vicenza i quali spazieranno da Mozart fino a Piazzolla, in un vortice di musica immortale.
- Domenica 18 Aprile la Fondazione Aida presenta "Il segreto di Arlecchino", felice commedia degli autori Marco Zoppello e Meri Malaguti i quali hanno debuttatto addirittura in Australia!.
Aspettiamo tutti gli appassionati al Festival di Primavera 2010 a Monteforte.
L'ingresso è libero."
----------------------------------------------------------------------------------------------------
29.03.2010
Grande successo e pienone delle grandi occasioni, ieri al concerto ASSAGGI ARENIANI!
La Lirica ha colpito ancora, nonostante i "concorrenti" sambonifacesi avessero calato l'asso Paolo Brosio e che comunque vanno applauditi per la loro grande iniziativa.
Il mezzosoprano Ruffo è stata all'altezza della situazione, superandosi di aria in aria, a tratti commovente.
Molti i commenti favorevoli, uno fra tutti dell'amico Martino: "finalmente ho capito la trama di Carmen e de Il Trovatore!".
Da ripetere.
Ma intanto voliamo dritti dritti in bocca alla Santa Pasqua e per quel giorno il Festival si ferma, rendendo onore a Gesù risorto.
Torneremo l'11 di Aprile con l'Ebony Ensemble dal Conservatorio di Vicenza.
Sranno i clarini a condurci nel mondo della musica classica, da Mozart fino al contemporaneo Piazzolla e i suoi tanghi argentini.
Davvero da non perdere.
Palazzo Vescovile, Salone delle Feste ore 17.00. entrata libera. segue buffet.
info presso l'Ufficio Cultura e Turismo del Comune di Monteforte 045 6137304
-----------------------------------------------------------------------------------------------------
31.03.2010
Il Festival si ferma per celebrare la Santa Pasqua e ritornerà Domenica 11 Aprile con il concerto dell'EBONY ENSEMBLE direttamente dal Conservatorio di Vicenza. Sono otto musicisti diretti dal Maestro Ezio Gavasso che attraverseranno secoli di Musica da Mozart a Piazzolla.
Da non perdere. Palazzo Vescovile ore 17.00.
Vi aspettiamo e nel frattempo auguriamo Buona Pasqua a tutti Voi, appassionati della Cultura e delle cose belle".
-----------------------------------------------------------------------------------------------------
12.04.2010
"un'altra volta un successo e per questo ringraziamo coloro che Domenica 11 Aprile hanno gremito le sale del Palazzo Vescovile per una nuova tappa del Festival di Primavera.
In programma abbiamo avuto gli Ebony Ensemble di Vicenza.
Il maestro Ezio Gavasso ha condotto l'incontro, alternando le spiegazioni dei brani alle musiche di Mozart, Mendelhsonn, Jenkins, Gershwin, Piazzolla.
Musica per palati raffinati è stata definita la performance dedicata a Piazzolla con "Oblivion" del quale poi i musicisti hanno regalato uno dei numerosi bis.
I montefortiani e gli ospiti si sono dimostrati a questo punto, grandi amanti della musica chiedendo addirittura due volte il bis che i musicisti hanno profuso con estrema generosità prima con Piazzolla e poi con Mozart.
Gavasso ha anche dato qualche informazione sulla numerosa famiglia di clarinetti, dal suono più acuto, definito simpaticamente la Katia Ricciarelli dell'Ensemble, fino al clarinetto contrabbasso.
Con ancora nelle orecchie le arie splendidamente interpretate dall'Ebony Ensemble del Conservatorio di Vicenza, scivoliamo verso l'ultima domenica del Festival.
Il 18 Aprile la commedia popolare "Il segreto di Arlecchino" promossa dall'Aida, chiuderà la rassegna ma cederà il testimone nello stesso pomeriggio alla Fiera del libro.
Gli eventi montefortiani non hanno soluzione di continuità!