Logo Comune Monteforte d'alpone

Archivio News

Referendum Popolare abrogativo concernente le trivellazioni in mare del 17 aprile 2016

Modalità di presentazione della domanda di opzione per l’esercizio del voto per corrispondenza da parte dei cittadini italiani temporaneamente all’estero

In occasione del Referendum Popolare indetto per domenica 17 aprile 2016 si comunica che i cittadini italiani (residenti in Italia) che per motivi di lavoro, studio o cure mediche si trovano temporaneamente all’estero (per un periodo di almeno 3 mesi nel quale ricade la data di svolgimento della consultazione elettorale), nonché i familiari con loro conviventi, potranno votare per corrispondenza nella circoscrizione Estero (Legge 27 dicembre 2001, n. 459 come modificata dalla Legge 6 maggio 2015, n. 52).

Coloro che, rientrando nelle suddette categorie, intendono partecipare al voto, dovranno far pervenire al Comune di iscrizione nelle liste elettorali, entro i dieci giorni successivi alla data di pubblicazione del decreto di convocazione dei comizi elettorali e pertanto entro il 26 febbraio 2016 (con possibilità di revoca entro lo stesso termine), un’opzione per esercitare il voto per corrispondenza, compilando l’apposito modulo.

Attesa l’estrema ristrettezza dei tempi in sede di prima attuazione con le consultazioni referendarie del corrente anno saranno considerate valide le opzioni pervenute in tempo utile ai fini della comunicazione al Ministero dell’Interno entro il trentesimo giorno antecedente la votazione in Italia.

L’opzione dovrà essere trasmessa necessariamente assieme alla fotocopia di un documento valido d’identità del cittadino e potrà essere fatta pervenire per posta, per fax al numero + 39 045 6102595, per posta elettronica certificata Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. oppure non certificata Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. o infine potrà essere recapitata a mano all’Ufficio Elettorale del Comune anche da persona diversa dall’interessato.

Si precisa che l’espressione dell’opzione è valida solo per un’unica consultazione elettorale.